expongo il mio pensiero meneghino

Scritto da il 2 aprile 2008

ATTENZIONE: questo post e' piu' vecchio di 12 mesi. I commenti sono stati percio' chiusi. Per qualunque segnalazione usate la maschera contattami.

Anche a voi ha lasciato un po’ perplessi la grande festa per l’assegnazione dell’Expo 2015 a Milano? A me è sembrato che a far festa non fossero in molti. Poi ho letto un’exposizione di idee sull’argomento, scrive Axell:

«Milano vince e nel 2015 farà l’Expo. Manifestazione piuttosto anacronistica caratterizzata da spese folli, enormi capitali spesso spesi in fantastiche consulenze, architetture apocalittiche e clamorosi sprechi.
Ma ricordiamoci una cosa, esistono sulla vicenda alcune verità inalienabili:

– Il governo Prodi ha proposto per l’Italia la candidatura di Milano (soffiandola a Torino che si stava già preparando prima di Milano e proponeva di usare strutture già ipotizzate e create per i 150 anni dell’Unità di Italia e per Torino 2006).
Berlusconi non c’entra una cippa. Non aveva nessuna carica e il fatto che come dice lui abbia parlato con alcuni leader politici internazionali della cosa, al massimo ha danneggiato la causa più che favorirla (all’estero al solo sentir nominale “Berlusconi?? ridono come matti).
– Non c’era nessuno a festeggiare davanti a Palazzo Marino se non i politici (i cittadini al momento se ne fottono e temono disastri, diciamolo). I politici sperano di durare almeno fino al 2015, durante è una magagna, dopo è rischioso.
(…)».

Io voglio solo aggiungere due cosine. La prima: Berlusconi ha detto di essersi impegnato in prima persona con colloqui personali (corruzioni?) e grandi sforzi. Ma il giorno dell’assegnazione non era nè a Parigi nè a Milano…non ci credeva così tanto nell’Expo? O avrebbe dovuto riconoscere anche i meriti di Prodi? O lui non ha contato nulla?

La seconda: con piacere assistiamo all’inizio dei lavori meneghini. Il primo è lo sgombero del campo Rom abusivo di via Comisasca. Secondo la Curia: «La legalità è sacrosanta. ma l’impressione è che si stia scendendo sotto i limiti stabiliti dai fondamentali diritti umani Allontanare questi disperati, senza pensare a un’alternativa, cosa produce?».

Ancora 7 anni prima del 2015…

2 Commenti per “expongo il mio pensiero meneghino”

  1. Axell scrive:
    2 aprile 2008 at 14:49

    Va detto che la Moratti ha detto che il merito è soprattutto del governo, Silvio ha promesso di arrotarla prima possibile :)

  2. massimo.sozzi scrive:
    7 aprile 2008 at 14:33

    Ho notato una certa “vicinanza” tra la signora sindaco e tutti quei comunistacci… 😉