superare le lobby

Scritto da il 24 gennaio 2012

ATTENZIONE: questo post e' piu' vecchio di 12 mesi. I commenti sono stati percio' chiusi. Per qualunque segnalazione usate la maschera contattami.

Domenica Diego (scusami, ma non riesco a chiamarti don!) ha scritto un pezzo molto interessante sulle lobby. Alcuni passaggi: «Questa cosa sul potere delle lobby vorrei capirla. Se le attacchi cosa ti fanno? (…) che cosa faranno mai queste potentissime lobby per fare così paura?

Ricordiamoci due cose. In Italia potente vuol dire ricco, come ai tempi del Manzoni. E le lobby sono davvero ricche. Seconda cosa: i politici sono ancora in circolazione e quelli corrotti sono i più ben disposti ad incontri con le lor signorie. Ecco cosa fanno le lobby in Italia: corrompono. E anche un governo tecnicissimo come quello di Monti ha bisogno di voti di parlamentari per trasformare in legge quello che propone(…).

Io proporrei una cosa, vista la potenza della Rete: il Governo proponga quello che vuole, se un parlamentare si oppone deve spiegare su internet perchè in dieci righe. E se la motivazione non è convincente per gli elettori lo si manda a pulire frigoriferi ai mercati generali».

Quando un concetto è così chiaro, non c’è molto da aggiungere. Quelli che siedono in parlamento non possiamo mandarli davvero a pulire i frigoriferi, ma dobbiamo poter tornare a scegliere i nomi di chi siede nell’Aula. Poi seguirli e monitorarli, come già stanno facendo su OpenParlamento.

ps: gli avvocati hanno già programmato una settimana di sciopero; in realtà gli serve soltanto per fare una settimana di vacanza: non ricordo più dove ho letto che la maggioranza dei parlamentari fa l’avvocato come primo lavoro…

I commenti sono chiusi.