la star…t

scritto da il 31 ottobre 2009

Una bimba di prima elementare dice alla sua maestra: “A me piace imparare a leggere e scrivere. E anche a contare… Però voglio anche imparare a cantare, ballare e recitare! Perchè da grande voglio fare la START!”.

La maestra, di cui sopra, mi chiede se qualche mia compagna avrebbe mai detto alla nostra maestra che voleva fare la star.

Provo a immaginare la reazione della mia maestra: start! Partita…e non a cantare!

Commenti disabilitati su la star…t

meglio le escort

scritto da il 27 ottobre 2009

Piero Marrazzo si è dimesso dalla carica di presidente della Regione Lazio. Perchè?

La procura dice che Piero Marrazzo è parte lesa. Marrazzo non è (per ora) iscritto nel registro degli indagati. Sembra che abbia pagato 5000 euro per prestazioni sessuali con un transessuale.

Se invece: fosse imputato in vari processi, tra cui uno per corruzione. Venisse riconosciuto in Appello la sua opera di corruzione. Fosse andato con una (o più) escort senza pagare.

Allora: sarebbe ancora il presidente di un consiglio.

La morale è sempre quella: fai merenda con Mills e Patrizia. E pazienza se la rima non c’è!

Commenti disabilitati su meglio le escort

tre castagne

scritto da il 21 ottobre 2009

Ieri pomeriggio sono andato a raccogliere un po’ di castagne. Man mano che raccoglievo mi sono accorto che ogni riccio conteneva tre castagne.

Una un po’ più grande, due un po’ più piccole o viceversa. Tutte grandi uguali. O tutte piccole uguali. Ma sempre tre…

Il perchè l’avevo già sentito, ma non lo ricordavo più benissimo. Allora siamo andati a cercarlo per conferma.

La leggenda vuole che le castagne nel riccio siano tre, perchè sono da dividersi così: una al padrone del terreno, una al contadino che lo cura e una al povero, al viandante senza terra nè lavoro.

In questi giorni c’è chi cavalca il disagio di una società che non ha più certezze, lanciando proclami in favore di ciò che ha contribuito a distruggere (legggi: lavoro a tempo indeterminato), con la sola finalità di confondere ancor di più le acque.

La natura invece continua a pensare, senza tornaconto, alla terza castagna per i poveri. Ogni tanto vien da pensare che Rousseau, con il suo “buon selvaggio”, avesse trovato la via giusta!

Commenti disabilitati su tre castagne

sorelle d’Italia

scritto da il 14 ottobre 2009

Calzedonia ha prodotto uno spot utilizzando come musica una versione rivisitata dell’inno d’Italia: «Sorelle d’Italia, l’Italia s’è desta…» si sente cantare in accompagnamento alle immagini.

Le reazioni della politica (di una parte) non si sono fatte aspettare, fra tutte quella di Vaccarezza, presidente della provincia di Savona: «L’inno di Mameli non è uno scherzo. È una cosa seria – dice – sentirlo in un spot per pubblicizzare delle calze da donna è una vergogna». E da altre parti la definisce: «una cosa scandalosa».

Io penso che sia più vergognoso e scandaloso vedere squadre di campioni del mondo incapaci di stare ferme e cantare l’inno.

E’ più vergognoso e scandaloso che siano riusciti ad arrivare a governarci personaggi che l’inno vorrebbero cambiarlo, insieme alla, forse mai raggiunta, unità d’Italia.

E’ più vergognoso e scandaloso che la politica si occupi di pubblicità mentre intere famiglie non riescono ad arrivare a fine mese.

E’ più vergognoso e scandaloso che le istituzioni si interessino alle sorelle d’Italia solo quando fanno le escort.

A me, che sotto sotto sono fascista e nazionalista, lo spot non da fastidio. Spero solo che il futuro sia davvero rosa…

ps: ma chi ha caricato il video, proprio da mediaset doveva prenderlo?!

Commenti disabilitati su sorelle d’Italia

C’è Berlusconi che sbraita ai quattro venti un suo diritto «ad essere rispettato in quanto eletto dal popolo».

Forse c’è bisogno di fare un po’ di chiarezza, senza ricorrere a nessuna corte suprema, ma semplicemente prendendo in mano la Costituzione:

«Art. 92.
Il Governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei ministri.
Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri.

(…)

Art. 94.
Il Governo deve avere la fiducia delle due Camere(…)».

Le due camere sono elette dal popolo italiano.

Non c’è altro da aggiungere.

Commenti disabilitati su chi elegge chi: un po’ di chiarezza

INCOSTITUZIONALE

scritto da il 7 ottobre 2009

Il lodo Alfano è incostituzionale.

Finalmente una bella notizia. Speriamo in bene…

Commenti disabilitati su INCOSTITUZIONALE

indignato…o geloso?

scritto da il 2 ottobre 2009

Berlusconi è «indignato» perchè la signora Patrizia d’Addario, «una escort della quale lui non sapeva quale fosse la vera attività», è andata ad Annozero.

Ma Silvio! D’accordo non aver capito che fosse una escort, ma pensare che venisse a casa tua solo per amore…non essere geloso se va anche da Michele!

Commenti disabilitati su indignato…o geloso?

ottobre: mese missionario

scritto da il 1 ottobre 2009

Oggi inizia il mese che la Chiesa dedica alle missioni.

E la Chiesa ci invita a ricordare Santa Teresa di Gesù Bambino: che visse i suoi 25 anni tra Alenon e Lisieux. Niente di più lontano dall’idea, quasi esotica, che spesso abbiamo della missione. Mistero che la Chiesa ci invita a meditare.

E, come ha fatto notare don Silvio stasera, non ci sarebbe potuto essere un Vangelo più azzeccato che quello della liturgia di oggi, per iniziare il mese Missionario:

«In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi.
Diceva loro: “La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada.
In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa casa!?? (…)”». (Luca 10,2).