Grillo VS Mastella – aggiornamento

scritto da il 30 settembre 2007

Tanto per poter scrivere: “io l’avevo detto”! Sul blog di Grillo, ieri si poteva leggere così:

«La Pravda dell’Unione Sovietica era un modello di informazione rispetto ai giornali e alle televisioni italiani. Ho pubblicato un post con un appello di Sonia Alfano e Salvatore Borsellino al Capo dello Stato per fermare Mastella e mandarlo a casa al più presto e mantenere il Pm De Magistris a Catanzaro. Nessuno ha riportato la lettera. Hanno invece usato due mie battute per parlare di un inciucio con Mastella.
Cari poteri forti, mi riferisco ai partiti e ai gruppi economici che controllano l’informazione, dite ai vostri servi di essere più accorti quando mentono. Altrimenti se ne accorgono tutti. (…)».

Si, se ne accorgono tutti quelli che ancora possono risalire alle fonti. Andare su Internet e leggere la notizia originale.

Grillo VS Mastella

scritto da il 29 settembre 2007

“Pace fatta!” si diceva ieri di tg in tg. “Grillo e Mastella insieme per scrivere un libro”, era l’avvenimento prossimo futuro a cui tutta l’Italia doveva guardare speranzosa! Ma da dove arrivava la notizia? Da una fonte più che attendibile, dal blog dello stesso Beppe Grillo. Tutto scritto in un post, il cui contenuto i telegiornali riportavano, per “dovere di cronaca”, a chi non può accedere a Internet.

Pace fatta? Provate a leggere il post che annuncia la buona novella, lo trovate all’indirizzo http://www.beppegrillo.it/2007/09/il_capro_espiat.html. Io mi limito a illustrarvi i punti salienti (con BG il testo in verde del Grillo, con ME i miei commenti in arancione tanto per dare un po’ di colore):

BG: «Non ci sto più al gioco al massacro ceppalonico. Mastella è solo un capro espiatorio. Il migliore sulla piazza della politica, certo. Per questo hanno scelto lui.
Ma l’indulto non è una sua idea, ne sono convinto (…)»

ME: è chiaro il concetto? Il migliore capro espiatorio senza idee, mi pare già una bella presa per i fondelli.

BG: «(…)Mastella ha detto oggi una grande cosa, ha annunciato un libro “su tutte le altre caste, a partire dai giornalisti??.
Questa volte sono d’accordo con lui. Gli offro la mia prefazione o, se preferisce, il libro lo possiamo scrivere a quattro mani. Vado fino a Ceppaloni se mi invita.»

ME: il Grillo effettivamente dice di volere scrivere un libro con Mastella. Ma, e qui probabilmente nessuno ha più letto, aggiunge ancora un pezzo, una lettera…

BG: «Pubblico una lettera del fratello di Paolo Borsellino e di Sonia Alfano indirizzata al Capo dello Stato.

“Chiediamo l’intervento del Capo dello Stato per porre fine all’imbarazzante ed offensiva attività del Ministro Mastella tesa ad imbavagliare la verità e scongiurare che la giustizia possa, definitivamente, arrivare a lui.
Per evitare ciò ha chiesto al CSM il trasferimento del PM De Magistris motivando la richiesta come atto dovuto a seguito delle risultanze delle ispezioni ministeriali presso la Procura di Catanzaro. (…) Forse sfugge, o addirittura sconosce, al ministro Mastella che esistono problemi gravi che andrebbero sollevati al CSM e che rischiano di ingolfare la giustizia; le procure di Caltanissetta e di Catania, considerata l’importanza delle stesse nella lotta alla mafia, sono scoperte da troppo tempo. (…) Sarebbe opportuno che Mastella si dimettesse subito, così da rendere più sereni anche gli italiani, ai quali chiediamo di non dimenticare che Mastella è testimone di nozze del pentito di mafia F.sco Campanella.
Speriamo pertanto in una forte presa di posizione da parte di tutti gli italiani onesti che non possono essere rappresentati da personaggi come Mastella e company.?? Sonia Alfano e Salvatore Borsellino»

ME: ora, vi pare che si possa fare pace con qualcuno pubblicando una lettera come quella sopra? Lettera che condivido perfettamente, ma che non penso sia un trattato di armistizio. Il post si conclude con due post-scriptum, il primo a firmare un appello, il secondo, dai toni molto drammatici, dice: «2 Ps: Il fungo è in ritardo. Ripeto: il fungo è in ritardo». Per evitare altre interpretazioni degli italici tg, vi fornisco io la soluzione: quest’anno ci sono ancora pochi funghi, perciò sulle colline di Genova non è ancora stato possibile organizzare l’annuale cena in casa Grillo.

la panna di Grom

scritto da il 27 settembre 2007

Ieri pomeriggio abbiamo fatto un giretto per Torino. Pioveva un po’, ma i portici di via Po e poi via Roma ci hanno accolto, lasciandoci camminare tranquillamente all’asciutto! Che spettacolo!

Arrivati in Piazza Castello ci siamo guardati, io e Fede, e ci insieme: “gelato da Grom?”. Perchè no? Solo perchè la giornata era frescolina? Io ho avuto paura lo stesso di dover fare la coda!

No, c’erano solo quattro persone nel negozio. E dopo aver scelto il nostro cono, biscotto per Fede e wafer per me, abbiamo potuto fermarci tranquilli nel locale a mangiare il gelato. E a scambiare due parole con la giovane commessa che ci aveva serviti.

Che oltre ad essere simpatica è stata davvero gentile! Avevano appena finito di preparare la panna e, senza che noi chiedessimo nulla, ci ha offerto un assaggio! Grazie, anche perchè quella panna (lo dice uno che non ne va pazzo) era davvero molto molto molto buona!

Beh, dopo il secondo giro vi possiamo confermare che il gelato è buono e il personale è gentile! Siete nel cuore di Torino, cosa volete di più?!

Ferrero & Amato

scritto da il 26 settembre 2007

Il ministro della Solidarietà sociale, Paolo Ferrero (Prc) ha lanciato un appello perchè bisogna fermare l’arrivo dei rom in Italia. «Se l’obiettivo è la piena integrazione dei rom – ha affermato il ministro – è assolutamente indispensabile che il loro afflusso in Italia venga limitato e che si possa quindi intervenire in maniera efficace nei confronti dei 150.000 rom che già risiedono nel nostro Paese» (fonte www.ilmessaggero.it).

Il ministro dell’Interno Giuliano Amato sostiene che «è in atto un vero e proprio esodo di rom», che si spostano «per le condizioni di vita. Il governo romeno è molto attento a collaborare, ma deve rendersi conto che ci sono interazioni tra i Paesi comunitari». Inoltre, secondo Amato, per espellere non serve una condanna. «Se una sentenza penale non è ragione di espulsione, ciò non significa che per espellere qualcuno ci voglia una sentenza di condanna. Quando si fermano personaggi come quelli presi nei giorni scorsi dalla mobile romana, responsabili di stupri a Tor Vergata, anche se non dovessero essere condannati io li espellerei» (fonte www.ilmessaggero.it).

Sia chiaro, posso anche essere in sintonia con le parole dei due ministri, o almeno con lo spirito che li guida. Ma non sapevo che AN fosse tornata al governo!

Commenti disabilitati su Ferrero & Amato

stamattina…

scritto da il 25 settembre 2007

2 volumi in forma cartacea, NON rilegati a spirale, firmati nel frontespizio dal relatore (firma sotto il nome e cognome del relatore ), e 1 copia in CD rom ecc. ecc.

3 bicchieri…rotti

scritto da il 25 settembre 2007

Il titolo è l’oggetto di un’email che mi è arrivata ieri e che mi segnalava una notizia apparsa sul Gambero Rosso: “In occasione dell’uscita di Vini d’Italia 2008 di Gambero Rosso e Slow Food, vi aspettiamo domenica 28 ottobre 2007, ore 16.00 – 20.00, alla Città del gusto di Roma per la GRANDE DEGUSTAZIONE dei vini che hanno i tre bicchieri, il massimo riconoscimento assegnato dalla guida, vero e proprio best seller dell’enologia italiana, ormai punto di riferimento imprescindibile per appassionati e addetti ai lavori. ecc. ecc. ecc.”.
Mi direte: “e cosa c’è di male e di strano?”. Dovete sapere che fino allo scorso anno la presentazione avveniva a Torino, solitamente nella rampa del Lingotto. Improvvisamente tutto è stato spostato a Roma!
Lasciatemi dire che è proprio un bel riconoscimento verso Torino, la città le ha permesso di crescere, da parte di Slow Food. Ah già, dimenticavo che, voci di corridoio, davano Carletto Petrini in procinto di entrare in politica con l’attuale sindaco di Roma! E cosa c’è di meglio che regalare al candicato-già-vincitore del PD una simile manifestazione?!
La prossima volta però, prima di versare oboli al suo movimento, andiamoci sloooooow…

quiz di scuola guida

scritto da il 25 settembre 2007

Quando ho dato l’esame per la patente (al primo tentativo con zero errori!) per prepararvisi, oltre ai quiz su carta, c’era la possibilità di andare nei locali della scuola guida per esercitarsi sui computer. Computer ai quali era stato bloccato il lettore floppy per evitare “furti” del software. Nonostante ciò, quale programmino già girava. Presa la patente, ti dimentichi di tutta l’inutile teoria (qualcuno anche della teoria utile!) che veniva testata con assurde domande create al solo scopo di farti sbagliare!

L’altro giorno però ho visto la recensione di un sito (forse su Punto Informatico, ma non ci metto la mano sul fuoco) che prometteva di simulare i quiz di scuola guida. Incuriosito ho provato a rifare un quiz e devo dire che con gli anni le cose non sono cambiate: domande astruse per risposte inutili!

Il sito invece mi pare ben fatto e penso possa tornare utile come preparazione; lo trovate all’indirizzo: www.patenteok.com. Buon divertimento! E in bocca al lupo!

come fare un nodo

scritto da il 24 settembre 2007

Appartenete anche voi a quella folta schiera di (pseudo)uomini che devono farsi fare il nodo della cravatta dalla propria compagna? O anche voi vi siete chiesti più volte: “ma questo nodo, come faccio a farlo?”.

Se vi riconoscete in queste categorie o se siete semplicemente incuriositi dai nodi, ecco il sito che fa per voi: www.animatedknots.com. Nodi di tutti i tipi, dai navali a quelli utili in casa (cravatta compresa!), passando per l’alpinismo. E ogni nodo ha la sua animazione che vi mostra come farlo a più velocità!

Notizia scovata su www.blogyourmind.info

Ducati Campione del Mondo 2007

scritto da il 23 settembre 2007

Dopo 33 anni, una casa italiana torna a vincere il titolo costruttori del motomondiale. E lo fa con una vittoria in casa dei giapponesi!

querela di stato

scritto da il 21 settembre 2007

Cosa c’è di peggio di Mastella che fa autostop su una pista di decollo per andare a Monza? C’è il vicepresidente del Consiglio Francesco Rutelli che sembra aver dato mandato ai propri legali di intraprendere una azione civile per «il risarcimento dei gravissimi danni morali e materiali causati dalle notizie false e diffamatorie contenute nell’articolo pubblicato dall’Espresso che ha denunciato la vicenda del viaggio al Gran Premio di Monza sull’Airbus presidenziale» (fonte Corriere.it).

Senza parole. Poi non stupiamoci che Grillo riesce ad avere così tanto seguito!

Commenti disabilitati su querela di stato

lite a Miss Italia

scritto da il 21 settembre 2007

La notizia ha fatto il giro del mondo: l’edizione 2007 di Miss Italia è cominciata con una polemica in diretta tra Loretta Goggi e Mike Bongiorno. La Goggi è entrata in scena dicendo: «Credevo fosse una bella occasione di cominciare insieme questa avventura, non mi aspettavo certo di entrare in scena mezz’ora dopo». Ed è uscita. Salutando un Mike Bongiorno sorpreso e letteralmente allibito. Tornata in scena non ha risparmiato altre battute e frecciatine.

Inatteso e clamoroso è stato definito l’episodio. Voi ci credete?

Scommettiamo invece che lo share previsto era ai minimi storici? E scommettiamo che i costi per la pubblicità di stasera sono più che lievitati?

 

Commenti disabilitati su lite a Miss Italia

minerale vs potabile

scritto da il 21 settembre 2007

Qualche tempo fa, vi avevo segnalato l’iniziativa “Imbrocchiamola” per sensibilizzare all’uso dell’acqua del rubinetto. Oggi vi segnalo un video divertentissimo, ma anche decisamente formativo e informativo, in stile Iene (o fatto proprio dalle Iene? Non l’ho capito!). Purtroppo non ho ancora nessun plugin per inserire video, perciò dovrete andare a vederlo su KelaBlu.

Commenti disabilitati su minerale vs potabile

iniezioni stampate

scritto da il 20 settembre 2007

La notizia del titolo la trovate più sotto. Prima però lasciatemi fare un commento, che probabilmente diverrà il vero nucleo del post. Il post l’ho scritto esattamente una settimana fa per LoSpillo, non era una notizia scoperta da me ma che io avevo letto su un blog dedicato alle nuove tecnologie. Una mezzora fa, nel telegiornale di Rai 2, è stato lanciato un servizio che parlava di ciò che su Internet girava almeno da una settimana, esattamente di ciò che avevo scritto nel post.

Non ritengo che il problema sia il telegiornale che prende spunto da Internet (non dal mio post sia chiaro!) per costruire i suoi servizi. Il problema è l’incapacità di riconoscere la paternità della notizia. Quando si scrive un testo scientifico e si cita un’idea, un pensiero, una teoria, anche se vecchi di cinquantanni e divenuti patrimonio comune bisogna indicarne la fonte: autore, titolo, anno, pagina. Ci si appoggia alle idee altrui ma se ne conserva l’origine. E si dà la possibilità, indicando il testo, di controbattere.

Nel paese di Igor Man e di Toni Capuozzo, i giornalisti televisivi non sono capaci di citare le fonti. Non hanno il coraggio di dire: “ho letto su Internet”. Non ci sarebbe nulla di male, si farebbero conoscere aspetti della rete a chi non vi può accedere. E non si farebbe la figura dei copioni, un po’ maldestri nel nascondere la mano sporca di marmellata. Internet resta un luogo scomodo, misterioso e di bassa statura morale. Buono solo per essere denigrato con chi lo pratica. O per essere scopiazzato!

Vi lascio, se avete ancora voglia di leggere, alla notizia oramai vecchia di una settimana!

«Ma l’era delle stampanti sta per terminare? Perchè sembrerebbe che la HP stia cercando di rendere la sua tecnologia a getto d’inchiostro più versatile: vuole infatti brevettare un cerotto con 90.000 microaghi ogni 6,5 centimetri quadrati che potranno iniettare farmaci nel paziente anche per lungo tempo o quando si verifichino certe precise condizioni (ad esempio la pressione del sangue). Per capirci, un metodo che ricorda i cerotti alla nicotina.
Non è che poi ci ritroviamo tutti tatuati “I love HP” come inevitabile effetto collaterale?!
(fonte: Gizmodo

Commenti disabilitati su iniezioni stampate

sassolino nella scarpa 2

scritto da il 19 settembre 2007

Giusto colpire la Microsoft con una bella multa?
Giusto…perchè…aspetta che trovo una scusa…ma dai, Bill G. è un po’ antipatichino e Windows fa sempre dannare tutti. Insomma, decisamente giusta la condanna…
Adesso però mi aspetto che anche quell’azienda che ha iniziato a vendere le macchine con il navigatore preinstallato venga multata. Perchè il caso è identico! Senza contare che adesso bisognerà incriminare Google per monopolio sui motori di ricerca (o su Internet stessa), Apple per la musica digitale con iTunes, Oracle per i database, ecc.
Scusate, però la multa per Media Player mi pare una inutile farsa. Sui miei pc, sui quali per mille motivi ho sempre avuto Windows, hanno sempre girato WinAmp e altri.
Il problema non è che la Microsoft detiene troppo potere, il potere è che manca una cultura informatica che permetta alla gente di saper usare il mezzo. Sarebbe bello se la multa appioppata a Bill servisse a creare un pochino di questa cultura. Ma finch’è lo standard su cui si punta è l’ECDL vedo poche speranze…

sassolino nella scarpa

scritto da il 19 settembre 2007

Penso meritino un plauso le parole della prolusione di Monsignor Bagnasco, mi riferisco in particolare ai passaggi in cui richiama il problema del lavoro e del reddito delle famiglie italiane. Ne cito solo un passaggio: “Ma pensiamo anche ai giovani fidanzati che vorrebbero sposarsi e nei loro progetti sono annichiliti per il problema dell’abitazione che non si trova oppure è inavvicinabile per le loro risorse”.
Parole giuste. Però c’è una domanda che bussa: se ci vuole attenzione alla situazione economica delle famiglie, perchè gli istituti scolastici religiosi si sono fatti un contratto nazionale a parte, in cui stabiliscono di pagare meno e chiedere più ore al dipendente rispetto al contratto nazionale? Mah…

Commenti disabilitati su sassolino nella scarpa