Ascoltate questa storia: c’è un signore tizio che è riuscito a far credere ai suoi compaesani di essere il messia tornato in terra. Il signore tizio, in realtà, ha da sempre un’ambizione: dominare il suo paese chiudendo la bocca a chi si oppone. Insomma, fare il dittatore. E per questo scende in campo contro tutto ciò che si oppone al suo progetto.

Il signore tizio ha, tra le altre cose, la proprietà di un giornale che chiameremo “il Panorama limitato”. Un bel giorno, “il Panorama limitato” pubblica una serie di notizie riguardanti l’acerrimo oppositore del signore tizio che vuol diventare dittatore.

Il signore tizio aspetta che anche l’ultima copia del giornale sia stata venduta. Poi, novello messia tornato in terra, lancia al popolino le sue parole: “basta con le notizie personali”. E, novello Giuda Iscariota con in tasca più di 30 euro, lancia baci al suo oppositore.

Come dite? Il tizio si chiama stronzo? No, peggio.

Si chiama Silvio.

(per i dettagli, tra gli altri segnalo un articolo de l’Unità).

SmartFTP a pagamento

scritto da il 29 agosto 2008

Era da qualche settimana (forse mese) che non lo usavo più. Da qualche minuto, con profondo rammarico, ho scoperto che: «Dopo aver offerto gratuitamente un prodotto ed un servizio a milioni di utenti per oltre 10 anni, purtroppo non siamo più in grado di farlo. Vi ringraziamo per aver usato SmartFTP e ci auguriamo di annoverarvi tra i nostri clienti in futuro. Grazie per la comprensione».

Comprendo e ringrazio per i 10 anni di ottimo prodotto.

Ma la cifra richiesta mi sembra un po’ alta per l’uso che ne devo fare io. Perciò vado a cercare un altro programma free!

risolto il problema Alitalia?

scritto da il 28 agosto 2008

Riassumo da Daniele:

1- La “soluzione?? del problema Alitalia “non è una bufale, è un imbroglio politico??.

2- A guidare la cordata non ci sono “capitani??. Ma “capitalisti??, che è un po’ diverso.

3- Roberto Colaninno, come numero 1 di una newco NON rasserena a livello occupazionale e di sviluppo organizzativo, considerato che è colui che distrusse definitivamente l’Olivetti.

4- “compagnia aerea italiana??….ma che cazzo di nome eh?!?!

5- AirFrance aveva in programma X esuberi. La reazione dei sindacati fu Y. La soluzione italiana costerà circa 2X esuberi. La reazione dei sindacati dovrebbe essere 2Y. Con ogni probabilità semplicemente ZERO.

Anche perchè, aggiungo io, sembra che piloti, hostess & c. saranno assorbiti dalle poste e altri enti statali o para-statali. BRUNETTA? Intervieni tu!

E per finire ci aggiungo ancora di mio: ho capito bene che la società si dividerà in due? Una in mano a Colaninno e l’altra con i mano i debiti. La seconda, quella con i debiti, verrà commissariata e resterà allo stato…cioè a NOI! Bella soluzione!

Dedicato ad Amiconi oni oni

scritto da il 28 agosto 2008

Caro “Amiconi oni oni”, ti ringrazio per il commento che hai lasciato ieri. E’ sempre bello ritrovare vecchi compagni di scuola e scoprire che, nonostante gli anni che passano, queste persone restano giovani.

E’ triste invece quando, come nel tuo caso, nonostante si siano raggiunti i trent’anni si vede che continui a ragionare da adolescente frustrato.

Non l’ho approvato il tuo commento. Spocchiosamente, come mi hai definito, ho smesso di dividere i miei compagni in lecchini e non lecchini nei primi anni delle superiori.

Ti scuso le cattiverie e spero che tu scuserai la mia reazione, ma penso che dopo tanti anni che non ci si vede si potrebbe iniziare il discorso in modo diverso.

Massimo “sossi”

ps: magari, la prossima volta, lascia anche il tuo vero nome. Perchè “Amiconi oni oni” porta a una brutta rima!

Cuorgnè cambia? Ma per favore!

scritto da il 26 agosto 2008

Questo è un post che potrà interessare un pubblico assai ristretto. Ma mi piace ogni tanto parlare del mio paese.

Leggo infatti un titolo su Localport: «Un concorso per il restyling di via Torino e via Ivrea».

Ma saranno mica le due vie di Cuorgnè?

«Il centro urbano di Cuorgnè cambierà volto». Si! Proprio loro! Andiamo avanti a leggere…

«L’amministrazione comunale ha infatti approvato il bando di concorso (che verrà reso pubblico nel mese di settembre) che permetterà ai professionisti ed esperti del settore di rivedere l’aspetto urbano di via Torino e via Ivrea.

I candidati dovranno migliorare l’area antistante la stazione, via Torino, l’incrocio semaforico con via Ivrea, fino all’entrata dell’ex Manifattura.

Oltre ad abbellire i viali nei progetti si dovranno tenere in considerazione anche gli spazi per i parcheggi e per la sosta. Il costo dei lavori, che verranno effettuati nell’arco del 2009, si aggira intorno ai 500 mila euro».

Siete mai passati con calma per via Torino? Avete visto quanto è larga la domenica pomeriggio, quanto l’unico passaggio è quello di qualche auto? Avete mai provato a guardare le facciate delle case più vecchie? Portano i segni di un benessere passato. E si capisce che la via, insieme con la sua prosecuzione in via Ivrea, è stata la fortuna e sfortuna della città. Insieme ad altri fattori, sia chiaro!

Quanto l’unica strada di collegamento tra le valli e Torino era quella, tutti dovevano passare da Cuorgnè. E in tanti probabilmente si fermavano.

Oggi è tanto se qualcuno ci passa.

Rivedere, migliorare, ecc. ecc. Prima o poi salterà fuori la verità: “come Rivarolo”. Peccato che i nostri vicini prima hanno curato le attività, il contenuto, poi la cornice, il contenitore.

Alla fine? Saranno 500 mila euro spesi bene perchè altre cuorgnatesi diranno: “com’è bravo questo sindaco, sistema tutte le strade!”.

Gianni Alemanno, sindaco di Roma, intervistato da la Stampa: «Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, commenta il fattaccio di Ponte Galeria, l’aggressione di due turisti olandesi, la violenza, lo stupro della donna: “E’ un caso limite, le vittime si erano accampate, illegalmente, in un posto sperduto, abbandonato da dio e dagli uomini…”. Come a dire che se la sono cercata».

E già, si sono accampati illegalmente. Non fossero olandesi si potrebbe dire che erano extracomunitari.

Ma riprendiamo un vecchio e triste episodio. Triste e vecchio, ma che fece consegnare la città nelle mani di Alemanno:

«Sindaco, lei disse che la morte di Giovanna Reggiani, la donna uccisa da un romeno all’uscita della stazione di Tor di Quinto, sarebbe stata l’ultima.
Quello è stato l’esempio di ciò che non deve accadere. Si trattava, ricordo, di un’aggressione all’uscita di una stazione periferica, un luogo di transito abituale. Ripeto, a Ponte Galeria sarebbe stato impossibile garantire la sicurezza dei due turisti».

Adesso ricorda che la stazione era periferica. Un’immagine che era apparsa chiara subito a chi poteva osservare senza essere emotivamente coinvolto. Ma che si evitò di sottolineare…qualche mesetto fa!

E per finire la soluzione:

«E che prevede?
(…) Nei prossimi giorni, procederò con nuove ordinanze contro i writers, i graffitari, e contro i danneggiamenti».

Ecco la soluzione! Procediamo contro graffitari e writers. Stupratori terribili di muri e carrozze!

Alemanno? Ascolta: quando c’era lui, non solo i treni arrivavano in orario ma i turisti avrebbero potuto campeggiare tranquillamente in ogni angolo d’Italia. Eh, Predappio non è Arcore…

gentile cliente n° 3

scritto da il 25 agosto 2008

Una domenica mattina:

GC: (telefonata molto disturbata) Voglio il numero del porto di Paperopoli Marittima.

PA: Mi risulta che il numero sia: 0..1..2..3..ecc

GC: Allora! Io sono in mezzo al mare con la mia barca! Vediamo di ripetere i numeri con logica!

Caro Gentile Cliente, se tu sei in mezzo al mare con la barca, io invece sono in un call center a lavorare. Ma, soprattutto, benchè la logica si possa applicare alla matematica e ai numeri…non si tratta di quelli di telefono!

Buon naufragio.

Commenti disabilitati su gentile cliente n° 3

beffata la bibbia!

scritto da il 22 agosto 2008

La “bibbia enologica mondiale”? Una rivista “autorevole”? Ma fatemi il favore!!!

«L’idea non è nuova: creare un falso, e vedere quanti ci cascano. Ma un giornalista americano, Robin Goldstein, questa volta è riuscito a beffare addirittura la bibbia enologica mondiale, quel Wine Spectator che ha per motto «learn more, drink better» (impara di più, bevi meglio); il periodico che con poche righe può decidere la fortuna di un produttore in ogni angolo del pianeta. Goldstein, che ha al suo attivo innumerevoli guide e libri di cucina, si è inventato un ristorante, dandogli un nome, «L’Intrepido», e una sede, Milano. Anche un indirizzo di fantasia: via Filippetti 33, e poi un menù e una carta dei vini. Ha pagato 250 dollari, si è iscritto al Wine Spectator Award of Excellence, riconoscimento assai ambito, ha spedito il menù e la lista dei vini, e ha vinto» (M. Baudino su la Stampa).

il papa e il nuovo razzismo

scritto da il 21 agosto 2008

Ha gioito in fretta, una parte del mondo cattolico, quando giovedì 14 il Vaticano ha preso le distanze da Famiglia Cristiana che ha bollato il governo di nuovo fascismo (ANSA).

Basta fare un giro dalle parti di www.fattisentire.net (sempre che funzioni!) o leggere interviste come quella qui riportata: http://www.totustuus.net/modules.php?name=News&file=article&sid=2386 .

Peccato che domenica 17, Benedetto XVI (e non la sua sala stampa) ha lanciato un duro monito contro le nuove forme di razzismo. Ma allora, chi esprime davvero le linee della Santa Sede? Mah…

Commenti disabilitati su il papa e il nuovo razzismo

ma dove vivi? n° 2

scritto da il 21 agosto 2008

C: Vorrei il numero della Polizia stradale per segnalare un ingombro sull’autostrada.

PA: In quale località si trova? (così le fornisco il numero della polizia più vicina)

C: Al km 145.

PA: Si…al km 145 di…

C: Certo! Scusi! Al km 145 direzione nord!

Adesso è molto più chiaro dove si trova! Complimenti per il senso civico, ma la prossima volta:
«Seconda stella a destra,
questo è il cammino
e poi dritto fino al mattino
poi la strada la trovi da te:
porta all’isola che non c’è» (E. Bennato).

Commenti disabilitati su ma dove vivi? n° 2

ma dove vivi? n° 1

scritto da il 14 agosto 2008

C: Vorrei una camera a Gallipoli per le notti dal 15 al 20 agosto.

PA: Quante stelle? O quanto voleva spendere?

C: 35 euro.

PA: 35 euro a testa?

C: Ma no! 35 euro a camera!

Certo, magari anche con idromassaggio, cassa di cahampagne di benvenuto, la luna e due fettine di cu…

Commenti disabilitati su ma dove vivi? n° 1

tanto per scrivere

scritto da il 12 agosto 2008

Quasi due settimane senza lasciare traccia! E dire che di cose nel mondo ne sono capitate.

Intanto l’Italia senza soldi è tutta in ferie. O quasi.

Qui le ferie non le si è chieste per tempo. Il 10 maggio era la scadenza, ma in quel periodo era difficile pensare all’estate. Morale? La prossima volta si penserà all’estate già a febbraio!

E quindi che fare?

Olimpiadi. Alla fine i “buoni propositi” di boicottaggio sono stati dimenticati. O meglio, la possibilità di vedere tanto sport che non sia calcio è una tentazione troppo forte!

E poi, come scriveva qualcuno su l’Unità, le Olimpiadi rendono bella anche Rai2. Che una volta era bella davvero. Adesso, soprattutto il Tg2, è un programma che fa venire mal di stomaco per la sua faziosità!

A proposito di Rai, ma qualcuno ha capito il senso di Rai4? Si esiste una Rai4, è solo sul digitale terrestre ed essendo indirizzata al pubblico giovane e di internet, avevo letto così, trasmette film con almeno 10 anni di vita…mah! A viale Mazzini devono esserne così orgogliosi da non averla neanche inserita sul sito!

E in Italia? In anticipo di circa 15 anni rispetto al secolo scorso, sono iniziate le manovre: da Milano a Roma, immunità per chi comanda, esercito nelle strade. Nel frattempo si è iniziato con gli zingari ma si passerà presto a omosessuali ed ebrei. E i treni torneranno a viaggiare in orario.

Silvio tu sei la luce
La fiamma tu sei nel cuore
La patria se vorrà
Il sangue si darà.
Se il mondo vuol la pace
Dovrà sentir la voce
D’un popolo che die…

Proprio così, il mondo dovrà sentire la tua voce se vuole la pace. Infatti hai subito chiamato Putin per dirgli di smetterla di bombardare la Georgia. E lui ha smesso subito. Si, ha subito smesso di ascoltarti!

Beato lui che può!

Buon agosto a tutti!