Molto del pensiero sociale, etico, giuridico, politico degli ultimi secoli sembra improvvisamente svanito, sostituito dagli spot, dalle bugie, dal culto della violenza.

Alcuni governi hanno espresso “soddisfazione?? e inviato “felicitazioni?? per l’uccisione di Al Zarqawi. E’ un altro grave sintomo di barbarie, il gioire di fronte ai morti. Chiunque siano, qualsiasi atrocita’ abbiano commesso. E’ la cultura della guerra.

Gino Strada

qui l’articolo completo che invito a leggere prima di dirmi che giustifico i terroristi. Non giustifico i terroristi ma il concetto etico di giustizia ha bisogno di essere riattualizzato.

Vangelo della Domenica

scritto da il 11 giugno 2006

Dal vangelo secondo Matteo
In quel tempo, gli undici discepoli, intanto, andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro fissato.
Quando lo videro, gli si prostrarono innanzi; alcuni però dubitavano.
E Gesù, avvicinatosi, disse loro: «Mi è stato dato ogni potere in cielo e in terra. Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo». 

Commenti disabilitati su Vangelo della Domenica